La squadra ospite domina il 2Q, poi Carugate si prende la rivincita nel 2T

Si è conclusa 49-62 a favore del Basket Team Crema la seconda amichevole di Basket Carugate. Davanti a diverse decine di tifosi, che ovviamente non hanno voluto mancare al primo impegno stagionale al Palasport di Carugate, le ragazze allenate da coach Luigi Cesari hanno affrontato una squadra che ritroveranno in campionato, nonché detentrice da ben due anni della Coppa Italia di serie A2, ben attrezzata e con l’obiettivo di chiudere tra le prime quattro nel campionato regolare, forte anche dell’arrivo di una vecchia conoscenza di Basket Carugate, la lituana Laura Zelnyte che due anni fa fu una delle protagoniste della salvezza nella stagione 2017-18.


Laura Zelnyte

Maffenini e compagne, senza le due lunghe Grassia e Tomasovic, hanno disputato un buon primo quarto, chiudendo il parziale 14-16. Poi la difesa cremasca ha preso il sopravvento, costringendo la squadra di coach Cesari a un brusco passo indietro. Sul punteggio di 16-36, Basket Carugate è tornata in campo nella ripresa con ben altra energia e concentrazione. Il parziale del terzo quarto si è concluso 14-17 per la squadra ospite, mentre nel periodo finale le padrone di casa hanno preso definitivamente il sopravvento, ritrovando spazi e ritmi anche in attacco, chiudendo 19-9 il quarto quarto e aggiudicandosi il secondo tempo di parziale (33-26).


Giulia Colombo

“Nel primo tempo siamo andati in difficoltà, l’attacco non girava. Crema, che è una squadra solida, ci ha messo parecchio alle strette. Ma le ragazze sono state brave a riprendersi, soprattutto psicologicamente nel corso della ripresa. Ora continuiamo a lavorare con intensità, e cerchiamo di essere pronti per la prossima amichevole a Castelnuovo Scrivia, contro la nuova squadra di un’altra grande ex di Carugate: Cecilia Albano.

Basket Carugate – Basket Team Crema 49-62

Tabellino: Diotti 2, Gambarini 8, Canova 8, Maffenini 13, Schieppati 10; Fossati, Colombo 5, Possali 3, Usuelli. Ne: Pontillo, Grassia, Tomasovic. 


Sara Canova

Foto: Simone Mallardo