Fantastica è l’aggettivo giusto per la prestazione sopra le righe di sabato, nella trasferta contro Castelnuovo Scrivia. Blackiron-Rentpoint.it si impone 74-70 e il punteggio finale non rende merito all’impresa in casa della terza forza di campionato. Dopo un primo quarto di studio, Carugate ingrana le marce alte e con un parzialone di 28-13 nella seconda frazione,  traccia un solco che le piemontesi non riusciranno più a colmare.

All’intervallo siamo avanti di 11 punti, con Castelnuovo che fatica a capire cosa sta succedendo e di conseguenza a trovare le contromisure. La squadra di coach Francesca Zara, con le unghie e con i denti, nell’ultima frazione riesce anche ad arrivare a ruota sul meno 1, ma una bomba di Canova da otto metri, le respinge. Sale in cattedra Diotti negli ultimi 120″ che segna due canestri consecutivi dalla media per il 74-68 che spezzano la rimonta delle avversarie. Finale a favore di Blackiron-Rentpoin.it Carugate che incassa due punti pesantissimi, guadagnando l’ottavo posto ovvero zona playoff, in solitaria, grazie alla sconfitta di Ponzano in casa vs Udine.

Quattro atlete in doppia cifra per Carugate, Baiardo 18 con 4/4 nelle bombe, Meroni  14 (4/8 2/3), Diotti 11 e la solita Tulonen che esagera con 24 punti ( 8/13 1/4 ) e 16 rimbalzi, ma in generale è la squadra che ha vinto il match grazie al supporto della panchina che ha permesso di non avere cali nelle rotazioni. Molto bene anche la nostra panchina con il terzetto Cesari-Colombo-Brambilla che hanno pianificato e gestito al meglio l’incontro.

Ora ci aspettano due “mission impossible”, sabato contro la capolista imbattuta e il mercoledì successivo a Brescia contro la seconda forza del campionato, ma … mai dire mai !

Autosped Bc Castelnuovo Scrivia – Blackiron Rentpoint Carugate 70-74 (19-15, 32-43, 47-54)

Autosped: D’Angelo 10, Rulli 17, Bonasia 13, Castagna, De Pasquale 9, Colli 13, Bernetti, Bonvecchio 3, Francia, Gatti 5. All. Zara Ass. Maresca e Pavia

Blackiron-Rentpoint.it: Faroni, Baiardo 18, Meroni 14, Nespoli, Usuelli, Diotti, Lavezzi, Canova 4, Grassia 3, Tulonen 24. All. Cesari