Una delle partite più belle ed emozionanti degli ultimi anni di Basket Dimensione Bagno Carugate, questa volta però la fortuna non è stata dalla parte della squadra milanese. 76-75 a favore di La Spezia, che con una bomba a 6 secondi dalla fine rimette la testa avanti e porta a casa il match. Ma rivediamo il tutto dall’inizio.

Carugate si presenta a La Spezia senza Norma Rizzi, ancora ferma per infortunio, e ancora senza la straniera. Un primo quarto dove le ligure non sbagliano praticamente nulla, inoltre si fa male l’unico play ovvero Usuelli e Caccialanza si deve inventare in regia per la formazione di coach Silvestri. 27-14 a chiusura della prima frazione, con Giulia Rulli sugli scudi che tiene banco nell’area avversaria. Prova a rientrare Usuelli ma cade male e deve uscire un’altra volta, la fortuna non sembra proprio dalla parte di Carugate, che comunque vince il quarto e all’intervallo lungo si porta sul 38-30 riducendo il gap.

Terza frazione, si accendono Caccialanza e Cassani, Carugate non molla di un cm e vince pure la terza frazione anche se di un solo punto, portandosi sul 55-48. Ultimo quarto spettacolare con cambi di fronte continui, finchè a 2 minuti e mezzo dalla fine, è proprio Dimensione Bagno a mettere la testa avanti di un punto ( 69-68 ) con la rediviva Usuelli che piazza una bomba. Time out Spezia, negli ultimi 150″ succede di tutto. Templari in penetrazione porta avanti di uno La Spezia, poi una bomba di Capra sembra chiudere la gara sul 73-69 per le padrone di casa, a 20″ dalla fine air shot delle liguri, sul ribaltamento di fronte Usuelli guadagna due liberi e li segna entrambi a 15″ dalla fine. Pressing carugatese che recupera palla e con una bomba di Rulli si porta avanti 74-73 ! 12″ dalla conclusione, stavolta è Templari che replica a sua volta con una bomba incredibile, fuori equilibrio ma da vera campionessa. 76-74 per le padrone di casa a 6″ dal termine. Volata di Usuelli che penetra e sbaglia di un niente il canestro dell’aggancio ma guadagna due liberi : il primo entra, il secondo si appende al ferro ed esce e l’incontro si conclude.

Una prestazione davvero super per le ragazze di Dimensione Bagno, hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo, e solo la sfortuna non le ha premiate. Complimenti a La Spezia, che la scorsa stagione giocò le semifinali playoff, ma almeno abbiamo la certezza che Dimensione Bagno c’è e quando avrà la panchina più lunga, dirà sicuramente la sua ad ogni gara.

Cestistica Spezzina – Dimensione Bagno Carugate 76 – 75 (27-14, 38-30, 55-48, 76-75)

CESTISTICA SPEZZINA: Colognesi* 2 (1/1, 0/1), Castelli NE, Cappellotto* 4 (2/3 da 2), Templari* 18 (2/8, 4/7), Baldassarre 15 (2/6, 0/1), Carraro, Favre* 12 (4/11, 1/2), Guzzoni* 12 (3/6, 2/5), Guerrieri, Ratti NE, Capra 13 (2/5, 1/2)
Allenatore: Corsolini M.
Tiri da 2: 16/41 – Tiri da 3: 8/20 – Tiri Liberi: 20/22 – Rimbalzi: 45 10+35 (Favre 14) – Assist: 11 (Cappellotto 3) – Palle Recuperate: 3 (Baldassarre 1) – Palle Perse: 18 (Colognesi 3)
DIMENSIONE BAGNO CARUGATE: Usuelli* 12 (2/7, 1/3), Rulli* 20 (6/13, 2/5), Cassani 12 (3/7, 1/2), Carmeli 3 (1/2, 0/2), Caccialanza* 15 (0/1, 5/11), Andreone, Fabbricini* 2 (1/1, 0/1), Nespoli* 9 (3/10, 1/1), Faroni 2 (1/2, 0/2), Rizzi NE, Valieri NE
Allenatore: Silvestri A.
Tiri da 2: 17/43 – Tiri da 3: 10/27 – Tiri Liberi: 11/14 – Rimbalzi: 32 6+26 (Cassani 10) – Assist: 10 (Rulli 4) – Palle Recuperate: 10 (Caccialanza 3) – Palle Perse: 10 (Squadra 4)
Arbitri: Giustarini I., Di Salvo E.