Si vede che l’Alto Adige ispira le ragazze di Carugate, infatti, dopo aver espugnato il campo di Alperia Bolzano a Ottobre, si ripete con le Acciaierie Valbruna di Bolzano, l’altra squadra del capoluogo di provincia. Una gara mai dominata ma controllata fin dal primo quarto. 15-21 dopo i primi 10 minuti, che diventavano +9 all’intervallo, +15 a fine del terzo ed anche a fine incontro ( finale 51-66 ). Una vittoria di squadra, del gruppo, infatti ben 9 giocatrici a segno, si sono divise equamente i doveri in attacco, ma soprattutto i compiti difensivi, per la grande gioia di coach Cesari, che vede finalmente la sua squadra incassare poco più di 50 punti, contro i 67 di media del campionato. Va detto che Acciaierie Valbruna sono in una fase di transizione, con le cessione a Patti ( dalle Alpi alla Trinacria ! ) di due atlete del loro quintetto base, e in arrivo un nuovo acquisto probabilmente già in roster dal prossimo incontro.

Tre carugatesi in doppia cifra, Diotti 10, Canova 11 e Tulonen 15, un’ottima percentuale al tiro da due (26/49 53% ) un pò meno bene da tre ( 2/14 14% ), 17 punti dalla panchina altro dato positivo, vinta anche la lotta ai rimbalzi 47 contro i 36 di Bolzano. Ora Carugate è in solitario al 9° posto in classifica.

Un altro impegno dove è vietato sbagliare, il giorno dell’Immacolata, Mercoledì 8 Dicembre alle ore 18 al Palasport di Carugate, sarà ospite il fanalino di coda Treviso, ancora a zero punti, un occasione da non lasciarsi scappare, per rientrare in pieno nella zona playoff. Certamente Treviso non verrà in gita in Martesana, ci sarà da sudare come sempre, sperando in un buon afflusso di pubblico a sostenere le nostre ragazze.

Acciaierie Valbruna Bolzano – Blackiron-Rentpoint.it Carugate 51 – 66 (9-15, 26-35, 37-52, 51-66)

BLACKIRON-RENTPOINT.IT CARUGATE: Faroni 5 (2/3, 0/1), Baiardo 6 (1/4, 1/2), Meroni* 8 (3/5, 0/3), Nespoli 2 (1/2, 0/1), Usuelli, Diotti* 10 (5/7 da 2), Lavezzi 4 (2/3, 0/1), Canova* 11 (4/8, 1/4), Grassia* 5 (1/5 da 2), Tulonen* 15 (7/10, 0/2)
Allenatore: Cesari L.