Vittoria, record e salvezza: Carosello, finale in festa

Quella del 2019-2020 sarà la sesta stagione consecutiva in Serie A2. Battendo Bolzano, all’ultima giornata, Carosello Carugate ha ottenuto la salvezza diretta evitando il pericoloso passaggio dei playout, fissando il nuovo record di vittorie nella serie cadetta: dodici. Merito di uno dei gruppi più affiatati degli ultimi anni e di un allenatore come Luigi Cesari che da gennaio ha saputo restituire linfa vitale ed energia alle ragazze, reduci da un fine 2018 positivo ma un po’ alterno.

Con il punteggio di 68-57, Colombo e compagne hanno onorato il palasport di Carugate chiudendo con una gran prestazione di squadra davanti al proprio pubblico, cancellando così anche l’infortunio del match di Varese. Le ragazze hanno giocato un’ottima pallacanestro, trascinate da una Maffenini tornata semplicemente uguale a se stessa: 20 punti (ottava volta in campionato) e 12 rimbalzi. “Felicità a mille, ce lo siamo davvero meritate -ha commentato nel dopo gara-. Do  7.5 alla stagione ma 10 come voto al gruppo, che spero di ritrovare l’anno prossimo, se Carugate mi rivorrà”.

Doppia cifra anche per Diotti, Molnar e Albano, anche lei in doppia doppia (14+10, quarta volta in campionato): “Giusto che la stagione sia finita così, perché abbiamo lavorato duramente per raggiungere questo obiettivo -ha commentato l’ala torinese, si conclude una stagione divertente, sicuramente con alti e bassi, ma siamo contente”.

Dopo un primo quarto di studio, le lombarde hanno ingranato la quinta nel secondo quarto chiudendo 40-31 all’intervallo e controllando il match nella ripresa.

Ottima la prestazione anche di Francesca Gambarini, che ha così festeggiato al meglio il suo 24esimo compleanno, condendo la sua partita con 7 assist, suo massimo stagionale.

“Avevamo preparato la partita con la zona, ma ho visto che anche a uomo siamo riusciti a tenerle e alla fine non ho cambiato la difesa -ha commentato coach Luigi Cesari-. Sono molto felice per le ragazze e per la squadra. Ripartiamo da qui per il prossimo anno perché questo è senz’altro un ottimo gruppo”.

Soddisfatto anche il presidente Luciano Bellasi, presente sugli spalti: “Chiudiamo il campionato a testa alta, forse potevamo puntare a qualcosa di più ma questo era sostanzialmente il nostro obbiettivo, rimanere in zona neutra per conquistare una salvezza tranquilla. Brave le ragazze, abbiamo sotterrato l’incidente di Varese, e complimenti anche alla dirigenza che ha lavorato bene”.

Due parole anche sul futuro: “Luigi Cesari ha una mano particolarmente felice e ci ha dato più birra. L’anno prossimo sarebbe bello poter raggiungere i playoff, cercando di partire bene sin dalle prime partite. Faremo di tutto per poter accontentare il coach con qualche nuovo rinforzo”.

Per le ragazze si prospetta una settimana di riposo, poi si tornerà al lavoro in palestra, ma solo per il consueto: “Rompete le righe”.

Tabellino: Diotti 10, Gambarini 8, Maffenini 20, Albano 10, Molnar 13; Colombo 3, Michelini. Ne: Fossati, Giulietti, Possali, Usuelli. All. Cesari

 

Leave a Reply