Udine affonda Carugate sotto una pioggia di triple

Tanta Udine, poca Basket Carugate: l’esordio in campionato per le lombarde è un netto ko. Decisiva la precisione dall’arco delle friulane ma anche la difesa. Fassina: siamo giovani, cresceremo

 

Comincia con una sconfitta il campionato 2020-2021 di Blackiron Rentpoint Basket Carugate. Vittoria netta, quella della Delser Crich Udine in casa della squadra lombarda 50-65 con protagonista un’Antonia Peresson a dir poco dominante, 19 punti, 11 rimbalzi e 5-8 da tre punti.

Buon equilibrio nei primi dieci minuti di gara, con diversi sorpassi e controsorpassi. Poi nel secondo quarto Udine alza il volume della radio in difesa mentre in attacco tre triple di fila, una di Vanessa Sturma e due di Peresson rispondono ai due missili, sempre dall’arco, di Sara Canova. Ma l’attacco di Basket Carugate è tutto qui: e infatti il parziale 9-14 dice tutto, e si va a riposo sul punteggio di 26-33 e tre possessi di vantaggio per le friulane.

Secondo tempo, tanta Udine e poca Carugate

Nella ripresa la scossa che serve alle ragazze allenate da coach Stefano Fassina non arriva. Anzi, Udine mette già in ghiaccio la gara aumentando ancora di più l’intensità difensiva. Canova e compagne non segnano per oltre 4′ mentre Delser dimostra di avere più archi nella propria faretra, mandando a segno, oltre alla solita Peresson, anche Cvijanovic, capitan Da Pozzo, Turel e l’ex Scarsi, pure lei positiva. Il parziale del terzo quarto è ancora più netto di quello del secondo: 6-18. Carugate segna in 30 minuti i punti che Udine segna in 20 e si va all’ultimo miniriposo sul punteggio di 32-51.

La scossa arriva troppo tardi

Al +21 siglato da Eva Lizzi, Carugate finalmente riesce a scuotersi. Parziale 2-8 con sei punti consecutivi di Silvia Colognesi, coach Matassini chiama time out, Udine risponde con il solito tiro dall’arco, alla fine per le friulane 9-17, con Blasigh, la solita Peresson e Turel. Ma Carugate stavolta non si lascia andare. Va a segno anche Greta Miccoli due volte e poi ancora Colognesi, una delle poche note positive della partita per la squadra lombarda. Negli ultimi minuti c’è spazio per tutti, la giovane Martina Osmetti per Carugate, classe 2004, che aveva già mostrato buone cose alle F8, a Buttazzoni e Medeot per Udine.

“Siamo molto giovani, possiamo migliorare”

“Abbiamo peccato di superficialità in tante situazioni di gioco -spiega coach Fassina a fine gara-. Tante palle perse. Disattenzioni generali e quando abbiamo iniziato il giro dei cambi sono arrivati problemi di fertilità offensiva e di lotta a rimbalzo. Udine è una buonissima squadra, tanta esperienza ben mescolata a gioventù di talento. Noi abbiamo avuto soprattutto un problema di approccio mentale. Perché al di là del mancato apporto sotto canestro abbiamo fallito troppe conclusioni facili commettendo diversi errori banali. Ma siamo giovani, e possiamo solo migliorare”.

Blackiron Rentpoint Carugate – Delser Crich Udine 50-65

Tabellino

Diotti 6, Miccoli 6, Canova 17, Olajide 4, Grassia 2; Allevi 1, Colognesi 14, Discacciati, Usuelli, Osmetti. All. Fassina

Leave a Reply