Troppa Faenza per Basket Carugate: fatali gli ultimi 5′

Primo vero test per coach Fassina dopo l’avvicendamento con Gigi Cesari. Faenza scappa via nell’ultimo quarto. Subito forte Olajide, per lei doppia doppia all’esordio: 17 punti e 13 rimbalzi

 

Perso nettamente il primo quarto. Perfetta parità nel secondo. Avanti di uno nel terzo, portato a casa con le unghie e con i denti dalle ragazze di Basket Carugate prima di cedere, definitivamente, a 5′ dalla sirena. Non abbastanza per vincere. Di sicuro lo è per continuare a costruire e plasmare un gruppo che tra 7 giorni esordirà in campionato davanti al pubblico di casa, con lo stesso spirito mostrato in campo in quello che è stato un debutto storico, le Final Eight di Coppa Italia.

Voglia di ricominciare

Anche per questo l’inizio di stagione è già bellissimo così, sette mesi dopo l’ultima volta, era febbraio. Lo sa bene coach Stefano Fassina, al suo primo vero test alla guida di Basket Carugate dopo il cambio in corsa con Gigi Cesari e una decine di giorni di lavoro con le ragazze. Le basi ci sono. C’è voglia di ricominciare. Di gettarsi su ogni pallone e di dare in campo il 100% sempre e comunque.  Anche contro una corazzata contro Faenza, che con il punteggio di 69-53 accede alle semifinale delle F8 di Coppa Italia Serie A2.

A testa alta

Pur senza tre giocatrici, la squadra romagnola ha messo in mostra a sprazzi le qualità per cui viene considerata tra le favorite per la promozione in serie A1 nel girone Sud. D’altra parte, Basket Carugate non ha sfigurato, riuscendo a mantenere a lungo tre possessi di distacco, con tanta energia in difesa e voglia di cercarsi per trovare la compagna libera in attacco. Cè da migliorare, questo è evidente, e vale per entrambe le squadre. Ma come primo test per coach Fassina può considerarsi soddisfatto.

Le parole di coach Fassina e Sara Canova

“Sappiamo che c’è da lavorare ancora parecchio ma sono sostanzialmente soddisfatto. Qualche palla persa di troppo, alcuni errori che si potevano evitare, anche dalla lunetta. Ma era prevedibile. Non vediamo l’ora di rimetterci a correre per preparare il nostro esordio contro Udine davanti ai nostri tifosi” ha detto il coach di Basket Carugate Stefano Fassina a fine gara. Gli fa eco Sara Canova, 33 minuti in campo, la più utilizzata per la squadra lombarda: “Siamo state brave nel terzo quarto a rimetterci in piedi, sul -7 abbiamo avuto alcune occasioni per rimetterci in pista, un po’ più di fortuna non avrebbe guastato ma Faenza ha meritato”.

Basket Carugate vs E-Work Faenza 53-67: qualche numero

Per le romagnole, 18 punti di Franceschelli, doppia doppia per Venti: 15+14, come Olajide per Basket Carugate, che ai suoi 17 punti ha aggiunto anche 13 rimbalzi. Otto punti per Canova, da segnalare anche i sette rimbalzi per Colognesi, tre recuperi per Miccoli.

Tabellino finale

Diotti 7, Canova 8, Miccoli 6, Olajide 17, Grassia; Colognesi 4, Allevi 5, Discacciati 4, Usuelli, Possali 3, Osmetti 2. All. Fassina

Leave a Reply