Canova e compagne risalgono fino a -4 nel finale di 3Q. Poi Carugate accusa la fatica e Moncalieri dilaga. Coach Cesari: “Chapeau”

 

“Carugate contro Moncalieri è un po’ come gli spartani contro Serse” aveva detto alla vigilia coach Luigi Cesari. Guardando com’è andata la partita, c’è da dire che l’allenatore di Mapptools Blackiron Carugate ci aveva visto giusto. Come l’esercito di Leonida crolla dopo aver tenuto testa ai persiani per tutta la durata della battaglia nonostante l’esiguo numero dei suoi uomini rispetto allo sconfinato esercito avversario, così Colombo e compagne tengono testa a Moncalieri, la capolista, per trenta minuti, arrivando sul -4 a 1′ dalla fine del terzo quarto con un canestro di Sara Canova, miglior realizzatrice per Carugate con 15 punti. Negli ultimi dieci minuti pesa come un macigno tutta la fatica accumulata nei primi tre quarti, giocati senza la miglior marcatrice della squadra, Giulia Maffenini (24 all’esordio contro San Martino), con il reparto lunghi Tomasovic-Grassia non ancora al meglio. E così le ragazze di Cesari cedono, realizzando solo tre canestri nel quarto finale di gara, dove le padrone di casa, forti di un ottimo 8-18 dall’arco oltre che di una rotazione più ampia e una panchina super lunga, prendono il largo chiudendo 64-46, portando a casa la quinta vittoria consecutiva.

“Mamma che male!”

“Piano piano ti tritano -ha detto a fine gara coach Luigi Cesari-. Quando perdi da 20 hai poco da dire. Mamma che male! Moncalieri merita di stare dove si trova, chapeau a una squadra composta da dieci giocatrici in grado di fare la differenza. Piano piano ci hanno macinato. Non esiste una tiro da dodici. Hanno giocato con un’intensità che sembrava volessero vincere di 80 punti sin dal primo minuto. Noi abbiamo risposto con le nostre armi. E quindi, di squadra. Giocando alla pari per 30 minuti. Poi hanno alzato l’intensità difensiva, una palla persa di qua e una tripla di là abbiamo alzato bandiera bianca”.


Sara Canova e Natasa Tomasovic
(foto: Simone Mallardo)


Moncalieri prova la fuga, Carugate va a riprendersela

Nel primo quarto Carugate mette subito paura alle avversarie. O quantomeno fa capire che non sarà una passeggiata per le prime della classe: 4-8 dopo 4′, 11-12 dopo 6′. Servono due prodezze, una di Katshishi, l’altra di Penz, da tre, per innescare il primo break delle padrone di casa che arriva all’ultimo giro di orologio del quarto, che finisce 17-12. Nove punti di fila di Giacomelli danno l’illusione di un allungo che sa già di decisivo per l’Akronos nel secondo quarto: 27-15 dopo neanche tre minuti. Ma un parziale 0-7 firmato Schieppati-Canova riportano Carugate sotto di due possessi, che rimangono tali quando una giocata da tre punti, canestro più fallo, di Gambarini segue una tripla di Conte. A 4’21 dalla fine non si segna più su azione, le difese prendono il sopravvento e la retina viene violata su entrambe le metà campo solo dalla lunetta e si va a riposo sul 36-29 per Moncalieri.


A una tripla dal -3, poi calano le energie

Le padrone di casa vogliono subito chiudere i conti per evitare di ritrovarsi a gestire passivi pericolosi nell’ultimo quarto. Non ci riescono: il 7-2 di parziale nei primi 4′ che porta al 43-33 viene implacabilmente annullato da Carugate. Controparziale 6-0 firmato Gambarini-Schieppati-Canova. E’ -4. Negli ultimi 60” del terzo quarto Tomasovic non ha fortuna con la tripla del -3, poi Colombo fa 0-2 ai liberi: la fatica inizia a farsi sentire. Moncalieri ne approfitta e chiude il periodo sul +8. L’ultimo quarto inizia subito in salita per le ragazze di coach Cesari: Katshitshi e Domizi firmano un 4-0 nei primi 20”. Poi Grigoleit, Penz e ancora Gregoleit, intervallati da un appoggio di Grassia: stavolta è la fuga definitiva. Akronos prende il largo e chiude con 21-7 di parziale del quarto quarto.

Moncalieri imbattuta, Carugate due vinte e due perse

Capitan Giacomelli è mattatrice dell’incontro con 17 punti e 4-7 da tre. Per Carugate, come detto, Canova ne segna 15, poi ci sono 11 rimbalzi e 4 recuperi di Schieppati e 5 assist di Diotti. Moncalieri resta imbattuta, cinque vittorie su cinque. Carugate ancora a secco in trasferta rimane a quattro punti, con 2 vinte e due perse.

Akronos Moncalieri – Mapptools Blackiron Carugate 68-46 

Tabellino: Diotti 8, Gambarini 7, Canova 15, Schieppati 8, Grassia 4; Colombo, Tomasovic 4, Fossati, Possali. Ne: Maffenini. All. Cesari