Niente da fare per Carosello Carugate sul campo della Tecmar Crema. 67-61 il punteggio finale per le padrone di casa, alla seconda vittoria di fila in queste prime tre giornate. Maffenini e compagne escono però a testa alta dal loro secondo derby lombardo consecutivo dopo quello contro Sanga,

Le azzurro amaranto infatti, dopo un primo tempo difficile (parziale 44-21), rientrano in campo nella ripresa con energia e concentrazione, determinate a recuperare il terreno perduto nonostante l’ampio margine di svantaggio. E infatti le ragazze di coach Piccinelli giocano un gran secondo tempo, piazzando due parziali vincenti: 12-21 nel terzo quarto e 11-19 negli ultimi dieci minuti. Non abbastanza per completare la rimonta ma sufficiente per fare un bello spavento a una delle squadre più solide del campionato.

Diciannove punti per Francesca Gambarini, la migliore per Carugate: la guardia ex Geas cattura anche 9 rimbalzi e smazza 4 assist, per una valutazione complessiva pari a 30 (il più alto della partita). Da segnalare anche Lorena Molnar, 13 punti, e Cecilia Albano, 11. Tre le giocatrici in doppia cifra anche per Crema: Rizzi e Nori (11) e Parmesani (10).

“Con i complimenti non si fanno punti -commenta l’allenatore di Carosello Andrea Piccinelli al termine della partita-. Ma questa squadra con i cerotti e stringendo i denti contro un avversario forte ha dimostrato di avere gioco e soprattutto anima. E questo, a volte, vale più dei punti. Se giochiamo così, sono sicuro che arriveranno presto”.

Tecmar Crema – Carosello Carugate 67-61
Tabellino: Diotti 5, Gambarini 19, Maffenini 7, Albano 11, Molnar 13, Colombo 3, Fossati 3. Ne Tenderini, Macalli, Usuelli, Conti, Possali. All. Piccinelli



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *