stanotte la firma di Lorena Molnar, centro croato di 20 anni, giocherà a Carugate nella prossima stagione

Per chi ha avuto pazienza e ha saputo aspettare, ecco il colpaccio in casa Carosello.

Lorena Molnar, 20 anni, 194cm, ruolo pivot, nazionale croata, l’anno scorso ha giocato nel difficile e competitivo

massimo campionato turco, contro svariati mostri sacri della WNBA tenendo numeri strepitosi per una ragazza così giovane.

20.3 minuti a partita, 8.8 punti di media con il 53% da due e 82% ai tiri liberi, 5.4 rimbalzi e un top score di 21 punti

nella partita contro il Fenerbahce di Giorgia Sottana e della americana Vaughn ( New York Liberty WNBA ) sua pari ruolo.

Due stagioni fa, a 18 anni aveva debuttato in A1 slovena, con il ZKK Domzale mettendo a segno 16.7 punti e 12.3 rimbalzi

per poi passare al Celje, il top team sloveno, con il quale ha vinto il titolo nazionale.

Ha partecipato con la Nazionale croata agli Europei Under 16, 18 e Under 20, anche qui, sempre tra le migliori.

 

Lorena, ragazza timida ma molto determinata, si è subito dichiarata felice di poter venire a giocare la prossima stagione in Italia,

in un gruppo di ragazze di pari età,  e con coach Piccinelli che sa come lavorare con le giovani per far loro esprimere

il miglior potenziale. Il suo arrivo è previsto per il 26 Agosto, visite mediche e il giorno seguente già in campo per l’inizio della

stagione.

 

Abbiamo perso Zelnyte che l’anno scorso aveva avuto ottime performance a Carugate, ma l’abbiamo sostituita alla grande con

una giovane di talento, che è un 5 puro” così afferma il DS Paolo Ganguzza

ha le caratteristiche idonee per dominare le plance e nello stesso tempo per aiutare le nostre nuove esterne a esprimersi

al meglio, una soluzione mirata che ritengo ottimale per Carosello Carugate “.

 

Il roster 2018/19 si può ormai definire chiuso, si sta valutando solo una posizione scoperta a livello di cambi, dove si cerca

una giovane locale che possa completare il gruppo, magari che possa anche giocare con l’Under 18 elite di coach Mazzetto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *