Albino sempre avanti, Basket Carugate non si arrende mai ma la rimonta non si completa. Cesari: “A rimbalzo ci hanno messo in difficoltà, noi poco precise al tiro”

Non si smuove la classifica di Blackiron Rentpoint.it Basket Carugate. Contro Fassi Edelweiss Albino arriva il decimo ko in campionato: 58-64 il punteggio finale. Una partita che Diotti e compagne hanno saputo riaprire per ben tre volte, riuscendo a rimontare le due “false partenze” di primo e terzo quarto, senza però mai riuscire a mettere la freccia del sorpasso. Albino, sempre avanti, ha portato a casa la vittoria con merito, trascinata dal trio Veinberga-Di Gianni-Agazzi. Proprio l’ala lettone ha dato il via al primo break per la squadra in trasferta con tre triple, una dopo l’altro e dalla stessa posizione, portando avanti Albino 10-18. La reazione di Carugate arriva, con un uno-due firmato Colognesi-Micovic. Tuttavia il -3 dura poco. Albino mette la quarta e chiude il… quarto 17-24.

Secondo quarto a fisarmonica: da -16 a -3 in cinque minuti

L’allungo arriva nei successivi dieci minuti: 17-33 a 6′ circa dalla fine del primo tempo, con miniparziale 0-9 e 4 punti di Agazzi. Blackiron Rentpoint.it però non molla. Time out e si torna in campo con controparziale 13-2, con 5 punti di Milica Micovic, miglior realizzatrice per Carugate con 16 punti: le ragazze di coach Cesari tornano a -3 a ridosso dell’intervallo, “sporcato” da un centro di Patrizia Di Gianni che chiude il primo tempo sul 32-37 per Albino.

Ripresa in salita per Basket Carugate

Il 3° quarto diventa così decisivo. Ma è Albino a partire con il passo giusto mentre Carugate sembra rimasta negli spogliatoi. Il break la dice tutta: 2-13, con 4 punti di Ieva Veinberga e 5 di Di Gianni. Basket Carugate ha bisogno di una scossa e arriva così un nuovo strappo avviato da capitan Francesca Diotti, migliore in campo avendo giocato con una fastidiosa tendente: il nuovo strappo, stavolta per Blackiron Rentpoint.it, misura 9-0 fino al 43-50 a ridosso della conclusione del 3° quarto. Ma come accaduto a fine primo tempo, Albino riesce ad avere l’ultima parola con Veiberga: ultimo miniriposo sul 43-52.

Milica Micovic (foto: Simone Mallardo) 

Basket Carugate ci prova, Carrara decisiva

Il quarto quarto è una battaglia, e infatti è il periodo più equilibrato dell’intera gara. Carugate trova il -5 ma non riesce mai ad andare oltre, perché Albino riesce a mantenere le avversarie a un distacco di almeno due possessi. A 2’46 dalla fine Silvia Colognesi (solida la sua prestazione: 6-6 al tiro e 6 rimbalzi) firma il 55-60, Alice Carrara risponde con un piazzato per il 55-62, Diotti prima e Sara Canova poi tentano il tiro del -5 ma senza fortuna: la parola fine arriva dal nuovo piazzato di Carrara: 9 punti sono troppi da recuperare in 60” e a nulla serve la tripla nel finale sempre di capitan Diotti.

Le parole di coach Cesari

“Avevo chiesto alle ragazze di giocare tante piccoli mini-quarti da 5′ ciascuno -spiega coach Cesari-. Purtroppo abbiamo sbagliato i primi 5′ del quarto iniziale e di inizio ripresa. Ringrazio Diotti che ha giocato sotto antidolorifici, purtroppo al tiro siamo state poco precise e quando la distanza è di due possessi questo può pesare. Mi sono  piaciute Valentina GrassiaLaura Meroni in difesa, alla suo esordio in casa con la nuova maglia, Lalla ha ancora bisogno di tempo per trovare i  ritmi anche in attacco. Ancora una volta ci è mancata la lucidità per chiudere la rimonta e abbiamo sofferto a rimbalzo”.

Francesca Diotti (Mallardo)

Albino sale a 6 punti in classifica e agguanta Bolzano. Carugate resta fanalino di coda dietro San Martino, ferma a quota 2.

Tabellino: 

Diotti 12, Canova 7, Meroni, Micovic 16, Grassia 7; Colognesi 12, Miccoli 4, Discacciati. Ne: Allevi, Usuelli, Carmeli. All. Cesari


Laura Meroni (Simone Mallardo)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *