Basket Carugate ci prova ma Mantova non fa sconti

Coach Fassina recupera Micovic e Discacciati ma deve rinunciare ad Allevi. Mantova mette il turbo già a inizio gara e il break 15-0 non verrà più ricucito nonostante due tentativi di rimonte. Carugate resta a zero, San Giorgio sale a 8

E’ una rimonta che arriva troppo tardi, quella della Blackiron Rentpoint.it Basket Carugate. Dal -16 di fine terzo quarto al -7 di fine ultimo quarto. Non abbastanza per impensierire veramente Basket 2000 San Giorgio MantovAgricoltura Mantova, che riesce a mantenere le distanze a ridosso della sirena e porta a casa la sua quarta vittoria in campionato in questo ennesimo derby lombardo con il punteggio di  77-68.

Primo quarto, strappo “tennistico” (ma decisivo) per Mantova

Decisivo lo strappo “tennistico” del 15-0 trovato già nel primo quarto firmato Pastore-Llorente. Un passivo che Carugate non riuscirà più a ricucire. Peccato perché la squadra allenata da coach Fassina inizia bene, portandosi avanti 7-11 nei primi minuti con la prima tripla in maglia Blackiron-Rentpoint.it di Milica Micovic. Ma la reazione delle padrone di casa è energica e San Giorgio si riporta subito avanti di undici lunghezze per poi finire i primi dieci minuti di gioco avanti 24-15.

Prima la palla del -2, poi la reazione di Mantova

Nel secondo quarto Carugate ci prova. Olajide colpisce da fuori ma Pizzolato risponde a tono. E allora serve un nuovo break di Diotti e compagne per spaventare le avversarie: 0-8 a metà del periodo firmato Olajide-Canova-Diotti-Miccoli per un -5 che dà speranza alla squadra ospite ma Canova non è fortunata con la tripla del possibile -2 e un immediato controparziale 12-6 a favore di Mantova spezza le gambe a Carugate prima dell’intervallo, con il punteggio che si ferma sul 45-34.

L’ultimo assalto nel 4° quarto

Il terzo quarto è il più equilibrato. A un canestro di Blackiron Rentpoint.it risponde per le rime Mantova, che pure ha l’ultima parola nel finale di periodo, con un piccolo break 6-2 negli ultimi 3′ prima dell’ultimo miniriposo. L’ultimo quarto vede le due squadre con la mira appannata nei primi 4′. Poi Carugate tenta l’ultimo assalto: 1-9 di parziale che la riporta sul -9. Grassia segna il -7 a 3’33 ma è l’ultimo sussulto. Mantova riprende quanto basta le redini del match negli ultimi 200 secondi di gioco, e la partita finisce 77-68.

Fassina: “Troppo inconsistenti in difesa”

Questo il commento di coach Fassina nel dopo partita: “Era una gara che avremmo dovuto e potuto vincere. E invece la nostra inconsistenza difensiva ci ha penalizzato, specie con Llorente, le avversarie ci hanno fatto male, che fossimo schierate a uomo o a zona. E’ un segnale d’allarme piuttosto grosso, subiamo tanto dal punto di vista realizzativo a prescindere da chi abbiamo davanti. Micovic? Ci ha dato sicuramente qualcosa di più, sta recuperando la condizione e sono certo succederà a breve. Sabato contro Ponzano dovremo dare di più e gettare il cuore oltre l’ostacolo”.

Cinque in doppia cifra per Carugate

Quattro in doppia cifra per le ragazze allenate da coach Borghi, con Llorente miglior realizzatrice della partita: per lei 17 punti. Cinque invece sono le atlete sopra i 10 punti per coach Fassina ed ennesima doppia doppia di Olajide: per lei 14 punti e 10 rimbalzi, voce in cui Blackiron Rentpoint.it è riuscita finalmente a tenere testa alle avversarie: 36-35. Male dall’arco (3-12).

Tabellino: 

Diotti 11, Canova 11, Micovic 7, Olajide 14, Grassia 10; Miccoli 3, Colognesi 12, Usuelli, Discacciati. Ne: Osmetti. All. Fassina

 

Leave a Reply